Home Gestione Officina Meccanico ricco Meccanico povero: quale vuoi essere?

Meccanico ricco Meccanico povero: quale vuoi essere?

di Vittorio Jonesti

Lo so il titolo richiama un libro di Kiyosaki, infatti, in piccola parte, su questo post qualche punto in comune ci sarà. Però il titolo è anche una domanda e penso che la tua risposta sia “Meccanico Ricco”, come il nome del mio libro!

Ma allora, cosa bisogna fare per diventare un “Meccanico Ricco”?

La versione semplice semplice è:

sii meno Meccanico e più Imprenditore!

Meccanico che guadagna

Si, l’affermazione che ho fatto qui sopra -che sono sicuro ai più risulterà blasfema- è la pura verità, ma purtroppo so che sarà difficile da digerire per chi fa il Meccanico, perché chi viene “rapito” da questo mestiere lo fa principalmente per passione. Il problema è che se all’inizio la passione è quella cosa che ti fa prendere il coraggio di aprire un’attività tutta tua ed intraprendere questo duro lavoro senza il quale non resisteresti una settimana, quando le cose cominciano ad ingrandirsi la passione di fare il Meccanico ti si ritorce contro, perché non ti permette di fare l’imprenditore, cosa fondamentale per mandare avanti l’attività!

Questo paradosso che ho appena descritto crea la differenza tra un Meccanico Ricco e un Meccanico Povero!

Se ti interessa approfondire questo discorso devi leggere fino alla fine questo articolo, altrimenti non ti saranno chiari alcuni passaggi fondamentali per cambiare la tua posizione. Nel corso dell’ultimo decennio penso di aver incontrato di persona ben più di mille titolari di Officina, e tra di essi ne ho conosciuti di veramente ricchi e di… diciamo modesti, perché poveri non mi piace tanto come aggettivo! La differenza tra una categoria e l’altra?

I primi, i ricchi, sono a tutti gli effetti degli EX Meccanici oggi diventati imprenditori, mentre i modesti sono e rimangono dei bravi Meccanici.

Questo mi ha fatto capire quello che affermavo sopra: chi rimane Meccanico, che mette le mani nei motori, che ripara le auto, che lavora fino a tardi, non diventerà mai ricco -e credimi, lo dico con l’amaro in bocca, perché io stesso conosco cosa vuol dire avere questa passione-. Ma perché succede questo, ti starai chiedendo?

Succede che chi lavora di più lo fa solo per smaltire lavoro – il più delle volte sottopagato visto le tariffe della manodopera dei Meccanici in italia- e questo è il limite alla crescita, perché quello che riuscirà a vendere sarà solo ed esclusivamente il monte ore che lui riesce a lavorare; questa risorsa non è infinita, ma è limitata, per cui il Meccanico che lavora, riuscirà a vendere le 10/12 ore di lavoro e non potrà mai andare oltre. Se poi deve anche gestire dei collaboratori, l’organizzazione, i clienti, fare i conti, ecc… di sicuro le ore che riesce a vendere saranno ancora meno!

Qual’è la soluzione?

Sono certo che a questo punto ti starai riconoscendo in questa descrizione e ti starai domandando quale può essere la soluzione.

La soluzione è solo una ed è la delega!

Certo, bisogna fermarsi ed organizzare il tutto per cominciare a passare ad alcuni collaboratori parte del lavoro che oggi fai tu. So pure che ora starai pensando:

“seee… delegare… hahaha! A chi, alle teste di minc*ia che lavorano per me?? Ma dove?? quelli nemmeno se gli apri la testa e gli inserisci i vari compiti riescono a farli, figuriamoci… quando mai riuscirò a delegare io… ci ho già provato un sacco di volte, ma non hanno mai capito un cavolo…”

Sono certo che, a grandi linee, sia successo anche a te quello che ho appena descritto. Ora però ti faccio una domanda: come fanno quelle aziende che crescono, che proliferano, dove i dipendenti portano a termine i compiti a loro assegnati? Te lo sei mai chiesto? Ti posso garantire che esistono anche aziende del settore dell’autoriparazione, alcune Autofficine che lavorano bene ed i dipendenti portano a termine i loro compiti e di conseguenza prosperano facendo fatturati e utili davvero interessanti. E sai da dove viene tutto questo?

Viene dalle procedure!

Le procedure servono anche in una piccola Officina per poter prosperare, servono per liberare il tempo al titolare in modo tale che egli riesca a gestire sempre meglio la sua Officina e la faccia diventare una vera e propria azienda che cresce e guadagna. Questo è l’unico sistema, non esistono trucchetti, non esistono magie, non esistono pillole magiche! Esiste solo un problema: più tardi comincerai a procedurare la tua Officina e più tardi potrai cominciare a delegare e di conseguenza più tardi comincerai a far crescere la tua azienda.

Cosa fare a questo punto?

La prima cosa che devi fare è quella di iscriverti al gruppo Facebook Officina Efficiente.

Una volta all’interno del gruppo potrai confrontarti con me e con moltissimi tuoi colleghi che stanno affrontando le tue stesse problematiche ed insieme stiamo lavorando per trovare le migliori soluzioni. Inoltre potrai scaricare tutti i materiali GRATUITI, i video corsi, i files, le check list, i testi, ecc. che trovi a disposizione per i membri del gruppo. E ripeto, GRATUITI!!!

A quel punto un po’ alla volta potrai cominciare a delineare la spirale che ti porta dalle procedure alla delega e scoprirai che, con il giusto modo di insegnare e usando le procedure realizzate con il mio metodo, riuscirai a DELEGARE parte del lavoro che oggi DEVI per forza fare tu. Non perdere tempo, perché prima cominci prima arriverai a delegare ed a liberare il tuo tempo; clicca qui per iscriverti subito al gruppo Facebook Officina Efficiente.

Pensa che ogni giorno che aspetti a mettere in pratica anche una sola piccola attività che ti porta alla delega, è un giorno in più che ti produce PERDITE anziché guadagni ed il futuro non promette nulla di buono se non dedichi sempre più attenzione alla gestione della tua Azienda.
Ora capisci da solo l’importanza di dover, ahimè, fare meno il Meccanico e di più l’Imprenditore!

Buona Lavoro, Meccanici.

Vuoi rimanere aggiornato su Meccanico ricco Meccanico povero: quale vuoi essere??

compila il modulo qui sotto!

Articoli che ti potrebbero interessare:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.